Aster

Questo è uno dei fiori che più comunemente si vedono nei giardini in questo periodo, belle macchie di colore che in autunno illuminano le giornate grigie e rendono ancora più brillanti le giornate soleggiate.

Vengono comunemente chiamati ‘settembrini’ ma in realtà, per lo meno quest’anno, sono in fioritura in ottobre, e con i loro fiori che magari son poco elaborati ma che sbocciano in gran copia sono uno degli elementi caratteristici di una stagione bella, vivificante e nel contempo struggente qual è l’autunno.

Di aster ce n’è di tanti ‘modelli’: innanzitutto possono essere Aster novi-belgii (fusto erbaceo e foglia lucida, come quelli della foto) oppure Aster novae-angliae (col fusto più legnoso e la foglia pelosetta), e poi all’interno di questi due gruppi possono essere di tanti colori, con il fiore semplice o doppio, grande o piccolo…

Questo è un aster che ho in giardino, ha i fiori rosa vivido:

e qualche anno fa gli ho visto spuntare vicino un’altra pianta uguale, solo che la ‘nuova’ ha i fiori meno doppi e di un rosa meno acceso:

Se volete, potreste postare anche voi le foto dei vostri aster, così avremo una piccola galleria di queste piante generose (che, se non si vuole che al momento della fioritura siano enormi ed incontenibili, con fusti altissimi che potrebbero ‘collassare’, vanno sforbiciate durante l’estate in modo da contenerne le dimensioni, ovviamente prima che comincino a formare i boccioli).

Bee
Ape per scelta e antigrillista per DNA, ama parlare di sé in terza persona, spargere serenità e buffezza e raccontare le meraviglie del mondo che ci circonda.

Pubblicato da Bee

Ape per scelta e antigrillista per DNA, ama parlare di sé in terza persona, spargere serenità e buffezza e raccontare le meraviglie del mondo che ci circonda.